© 2004 - 2015 www.stonetempletao.it Links Corsi Speciali Approfondimenti Altre Arti Chat ! Appuntamenti I.T.K.A. ALLA CONQUISTA DELL’AMERICA di Giuseppe Paterniti   LA VITTORIA DELLA NAZIONALE ITALIANA FIWS AI CAMPIONATI MONDIALI DI ORLANDO (FLORIDA - USA) 2004 Quando il Maestro Gianfranco Pace mi comunicò che stava per partire per gli Stati Uniti con un gruppo di atleti per  partecipare ai Campionati Mondiali che si svolgono annualmente a Orlando, in Florida, e mi chiese se volevo  aggregarmi a loro, fui colto da una strana sensazione: un indefinibile miscuglio di compiacimento per la  considerazione dimostratami misto a perplessità e a qualche timore. In fondo non sono ancora un veterano del  Taijiquan. Un praticante appassionato di sicuro. Di recente ho aperto una scuola in provincia di Treviso (Stone  Temple Tao) insieme ad Otello Tomasella e quest’anno ci siamo entrambi dignitosamente piazzati ai Campionati  Nazionali FIWS (Federazione Italiana Wushu Sanda) per le nostre categorie. Ma il maestro Pace è un mostro sacro  in materia. La sua scuola, che divulga i programmi dell’ITKA (International Taijiquan Kung Fu Association), fa capo a  numerosissime altre scuole (fra cui la nostra) in Italia e all’estero e si occupa di diffondere il Taijiquan stile Chen  nella sua completezza e secondo i dettami della tradizione. Dopo aver impiegato alcuni giorni a convincermi che  l’invito c’era stato davvero e che quindi avrei partecipato ai Campionati Mondiali, fu lo spirito d’avventura a  prevalere. Così accettai e il 28 giugno alle 17.30 partii da Catania con gli altri, sentendomi un po’ come Cristoforo  Colombo: come lui infatti non sapevo esattamente dove sarei andato a parare. A Milano ci attendevano altri sette  atleti della Nazionale nonché il Presidente della FIWS Massimo Ottolini e il CT e Vice Presidente Corrado Lazzarini.  Espletati i preliminari ci imbarcammo per sbarcare in Florida che era la notte del 29 giugno. Avevo smarrito durante il  volo la cognizione del tempo e dello spazio, ma in compenso mi avevano avvisato che la rotta non era incerta e che  di sicuro ci saremmo fermati al Gaylord Palms Resort di Orlando per tre giorni di allenamento prima delle gare che  avrebbero avuto luogo il 3 e il 4 luglio. Nel medesimo sconfinato albergo si sarebbero tenute le competizioni,  organizzate in collaborazione tra la World Professional San Shou Sanda Federation e l’americana Amateur Athletic  Union – Chinese Martial Arts; promoter il Maestro Nick Scrima, presidente della WPSSF. Dopo una tre giorni di  allenamenti no-stop, giungono le date fatidiche: oltre 1000 gli atleti (di ogni nazionalità) che sui ben 16 tappeti di  gara della Gaylord Palms Exhibition Hall devono esibirsi e dimostrare ciascuno di essere il migliore nelle proprie  specialità (56 in tutto). L’emozione aumenta quando la superiorità dell’Italia si fa netta ed inequivocabile. Il pubblico  ci acclama e, incredibile a dirsi, la conclusione delle gare segna il crollo della Cina superata anche dagli Stati Uniti  che invano tentano di battere la classe degli atleti italiani. Lo scarto è di due ori sugli Stati Uniti e tre sulla Cina.  Anche il sottoscritto incassa un notevole bottino totalizzando i seguenti risultati:  Taijiquan Yang Tradizionale - ORO Taijiquan Forma 24 - ORO Taijiquan Chen Tradizionale - ARGENTO Tui Shou (piedi fissi) - BRONZO. Grande è stata la mia soddisfazione anche per il bronzo nel Tui Shou (chi scrive è anche Campione Italiano FIWS  2004 in tale specialità). Si è trattato di una gara davvero dura: la mia categoria comprendeva infatti numerosissimi  atleti molto ben preparati. Straordinari i risultati degli altri due agonisti facenti parte dell’ITKA: Lorena Zammataro (5  Ori e 5 Argenti) e Aurelio Bonnici (4 Ori e un Argento).  Gli altri componenti della Nazionale (provenienti da diverse società) sono: Laura Perrone (Capitano), Senay  Lazzarini, Ferrara Cristina, Lien Trovato (di appena 11 anni), Savino Delli Carri, Renato Sini, Canziani Roberto.  Ognuno di loro stravince un po’ di tutto nelle più disparate categorie. Menzione particolare va alla Perrone e a Sini  che hanno ottenuto il titolo di Grand Champion di combattimento. Infine splendida è l’esibizione (alabarda stile Chen) del Maestro Gianfranco Pace nell’ambito dello spettacolo/dimostrazione (per la chiusura della prima giornata di gara) tenuta dai Gran Maestri ospiti della manifestazione (tutti cinesi: Pace è l’unico maestro occidentale invitato!).   L’ ITKA conquista New York Ma il nostro viaggio alla conquista dell’America non si è ancora concluso, così lunedì 5 luglio io, Aurelio Bonnici, il  Maestro Pace (senza dimenticare Anna, la moglie del Maestro!) e altre due sue allieve provenienti da Trieste  partiamo alla volta di New York. Ci accoglie Mister Giuseppe Provenzano, l’organizzatore locale degli stages del  maestro Pace il cui arrivo è atteso da tempo da numerosi praticanti statunitensi desiderosi di studiare con lui. Il  primo seminario ha luogo a Brooklyn (8 e 9 luglio). Organizzato dalla Federazione Italia-America, viene preceduto da  una nostra applauditissima esibizione sul palco del teatro di un tipico college americano. Tra il pubblico anche due  Maestri cinesi (che insegnano Taijiquan a Brooklyn) accompagnati da uno stuolo di allievi (tutti cinesi!). Il Maestro  Pace riceve dai suddetti calorosi complimenti ed accoglie diversi dei loro studenti alle due giornate di stages  previste. Io ho il piacere di affiancarlo e di insegnare insieme a lui il Taijiquan stile Chen ai numerosissimi presenti  (mi è sembrato così strano insegnare anche ai cinesi!). Tra questi anche Sifu Avi Schneier (campione nel 2002 al  Push Hands Grand Championship di Boston) che, dopo aver “toccato” il Maestro, mi confessa di essere rimasto  impressionato dalla sua inattaccabilità durante la pratica del Tui Shou. Avi aderirà con la sua scuola alla ITKA e  diventerà, grazie anche alla sua riconosciuta esperienza nel campo, il responsabile della nostra associazione a New  York e probabilmente negli States. L’ITKA quindi si allarga e mette radici anche in USA (come già sta facendo in  Spagna), dove “importerà” il proprio programma tecnico e la propria filosofia di pratica. Poi è la volta di Manhattan: lo  stage si tiene all’interno di una nota scuola di Tae Kwon Do. I partecipanti, desiderosi di apprendere nuove tecniche  utili per migliorare la loro arte marziale, rimangono talmente soddisfatti da richiederne un secondo. Tra i più  entusiasti c’è Steve Levi, compagno d'allenamento di Mario Napoli e primo allievo di Stanley Israel (Maestro molto  famoso in USA per la sua bravura e per essere stato allievo diretto del Maestro Prof. Cheng Man Ching). Tra uno  stage e l’altro, oltre a gironzolare per New York (molto poco), ci si continua ad allenare sul prato di Central Park  (instancabili!). Il Maestro prende accordi con numerosi dirigenti di scuole che hanno il piacere di vederlo in azione (scaturiti anche  grazie a diverse interviste radiofoniche e televisive) e tornerà a New York i primi di dicembre dove si prevede un  intero mese di stages e seminari nelle principali scuole del luogo. Da queste righe, solo in parte esplicative dello straordinario successo e molto sintetizzanti, si può tuttavia evincere  un fatto innegabile: la piccola Nazionale Italiana ha spiazzato e vinto mastodontici avversari. Inoltre la scuola del  Maestro Pace si sta allargando a dismisura. Ergo: la conquista degli Stati Uniti è compiuta e anch’io, oscuro pivello  siculo apprendista Maestro con scuola ai piedi delle Prealpi trevigiane, ho fatto con successo la mia parte. La Nazionale Italiana FIWS 2004 al Campionato del Mondo di Orlando (Florida - USA) 2004