© 2004 - 2015 www.stonetempletao.it Links Corsi Speciali Approfondimenti Altre Arti Chat ! Appuntamenti I.T.K.A. Il Maestro Giuseppe Paterniti mentre si esercita a Chenjiagou (Cina) Il Maestro Giuseppe Paterniti mentre si esercita a Chenjiagou (Cina) Il Maestro Giuseppe Paterniti mentre si esercita a Chenjiagou (Cina) Il Maestro Giuseppe Paterniti mentre si esercita a Chenjiagou (Cina) Il Maestro Giuseppe Paterniti mentre si esercita a Chenjiagou (Cina) Il Maestro Giuseppe Paterniti mentre si esercita a Chenjiagou (Cina) Il Kung Fu e i più Piccoli... Attraverso la pratica dinamica e divertente del  Kung Fu, i bambini ed i ragazzi hanno la  possibilità di sviluppare le proprie capacità  psicomotorie acquisendo grande consapevolezza  del sé corporeo. La disciplina influenza positivamente l’attenzione  e la concentrazione dei più giovani, donando loro  al contempo potenziamento muscolare e abilità  ginniche.   Lo spirito di quest’arte marziale promuove la  crescita di una personalità determinata, sicura e  capace di gestire i conflitti interpersonali in  maniera non violenta.  La piccola Denise durante la pratica della Forma I corsi di Kung Fu (Gong Fu) di Chenjiagou propongono  un innovativo Programma Didattico, sistematizzato dal  Maestro Gianfranco Pace (Direttore Tecnico della  International Taiji Quan Kung Association), capace di  riportare il Taiji Quan stile Chen alla sua origine di  disciplina marziale tradizionale: dove una potente  preparazione fisica ed atletica si sposa con un’efficace  tecnica di combattimento e di difesa personale (senza  comunque tralasciare l’aspetto più introspettivo dell’arte). . Chenjiagou è il villaggio dove nacque il Taiji Quan: si trova in Cina nella contea di Wenxian, nella  provincia dell’Henan. Grazie alla dinamicità degli allenamenti, caratterizzati da  un lavoro fisico intenso e completo (potenziamento  muscolare, allungamento dei tendini, “apertura” delle  articolazioni, scatto dei reni / balzi, pre-acrobatica, ecc.),  il Kung Fu di Chenjiagou si rivela particolarmente adatto  non solo agli adulti appassionati di arti marziali cinesi, ma anche ai bambini (dai cinque anni) ed ai ragazzi più  “caldi”, che trovano in questa pratica la possibilità di  sviluppare importanti qualità come: attenzione, ascolto,  concentrazione, coordinazione, flessibilità, sicurezza di  sé e “fermezza di spirito”.   Attraverso un preciso e meticoloso percorso (che  comprende, fra l’altro, una forma codificata delle cadute,  una delle posizioni, metodi per la difesa, Tui Shou, i  fondamentali di pugno - calcio - gomito - ginocchio), gli  allievi vengono condotti alla pratica del combattimento  libero (San Shou) senza particolari traumi o  improvvisazioni.  Il Programma Didattico, naturalmente, prevede anche  l’apprendimento delle Forme Tradizionali della famiglia  Chen: a mani nude e con armi (spada, sciabola,  alabarda, lancia, bastone, ecc.)  . (Clicca sulle foto più piccole per ingrandirle!) Il piccolo Elia ed il M Paterniti Thomas e Ibraim Alcuni giovanissimi allievi della Scuola “Stone Temple Tao” (Clicca le foto per ingrandirle!) La piccola Natalia pratica la spada...