© 2004 - 2015 www.stonetempletao.it Nato nell'antica Cina come raffinata ma temibile arte marziale, oggi il Taiji  Quan (meglio conosciuto come “Tai Chi”) è conosciuto in tutto il mondo  come disciplina per mantenere corpo e mente in buona salute. Abbinato alla pratica del Qi Gong (lavoro sull'energia interna) costituisce  un sistema prezioso per incrementare il benessere psicofisico,  riconosciuto di recente anche dalla medicina d'avanguardia. Molti si avvicinano al Taiji perché attratti dalle sue movenze fluide ed eleganti, altri per la filosofia che ne sta alla  base, altri ancora per i suoi benefici effetti sulla salute; c'è chi lo pratica come disciplina sportiva, chi lo studia  come tecnica per l'autodifesa e chi lo apprezza come forma di meditazione in movimento.  In realtà il Taiji Quan nei suoi molteplici aspetti può essere considerato uno strumento di crescita personale che  offre la possibilità, attraverso un inevitabile lavoro introspettivo, di conoscersi meglio e di vivere in armonia con  tutto ciò che ci circonda.   Tutti possono praticare il Taiji Quan: dal più giovane al più anziano.  Ecco alcuni aspetti del Taiji Quan in dettaglio!  Marziale: oltre ad essere una delle più nobili e raffinate arti marziali, il Taiji Quan è anche una tecnica di  combattimento e di autodifesa estremamente potente ed efficace. Sportivo/agonistico: introdotto nelle scuole cinesi già dal 1925, e quindi insegnato ai professori di educazione  fisica, il Taiji Quan può essere considerato al giorno d'oggi anche un'ottima ginnastica aerobica ed uno sport  agonistico in continuo sviluppo. Innumerevoli infatti sono i tornei ed i campionati organizzati regolarmente in tutto il  mondo. Nel 2008, in occasione delle Olimpiadi di Pechino, il Taiji Quan sarà presentato (insieme al Wushu) come  nuova disciplina olimpica. Terapeutico: il Taiji Quan e il Qi Gong sono stati da tempo introdotti in alcuni ospedali, nei quali è stato possibile  osservare un miglioramento della resistenza fisica alle malattie, un rafforzamento cioè del sistema di difesa  naturale del corpo. Da diversi studi condotti da medici d'avanguardia e dalle testimonianze raccolte tra i malati, il  cui stato ha subìto miglioramenti con la pratica del Taiji Quan (o del Qi Gong), risulta che queste tecniche hanno  un effetto benefico sul sistema cardiovascolare, su quello polmonare, sul sistema endocrino, sulle malattie delle  articolazioni, sui disturbi della vista, sulle ulcerazioni, sul sistema nervoso e l'equilibrio fisico, sull'insonnia, sul  sistema visuomotore e su quello psicomotorio. Il Taiji Quan, inoltre, permettendo l'utilizzazione e lo sviluppo  dell'energia interna, s'avvicina alle tecniche taoiste di longevità ed è quindi considerato anche come un'arte per  prolungare la vita.    Introspettivo/Meditativo: La forma del Taiji Quan (sequenza di movimenti prestabiliti da eseguirsi a solo) è un  meraviglioso strumento per l'osservazione di sé: la sua corretta pratica porta ad una sempre maggiore  consapevolezza del corpo e della mente permettendo al praticante di conoscersi in profondità. Inoltre questo  esercizio può essere visto anche come una forma di meditazione in movimento: attraverso il lento ritmo dei  movimenti continui, si ottiene l'immobilità interna dello spirito (assenza del pensiero: prerogativa fondamentale di  ogni seria pratica meditativa), finché, poi, la distinzione immobilità-mobilità scompare. Per tali motivi il Taiji Quan è  stato anche definito "Yoga Cinese".  Il Gruppo Studi Arti Interne “Stone Temple Tao” propone lo studio del Taiji Quan stile Chen. Lo stile Chen è il più antico e conserva tutte le caratteristiche dell'arte originaria. Links Corsi Speciali Approfondimenti Altre Arti Chat ! Appuntamenti I.T.K.A.